Rhubarbe Royale Candela

Fragranza fruttata, dolce muschiata con note di testa di pompelmo e rabarbaro abbinate a gelsomino, bacche rosse, ciclamino e ginepro per terminare con legno di cedro e muschio bianco.
Vaso in vetro dipinto a mano sormontato da un coperchio in noce canaletto di Locherber® Milano.

This product is currently out of stock and unavailable.

RICHIESTA INFORMAZIONI

Fruttata, dolce e muschiata: Rhubarbe Royale è una fragranza raffinata e accattivante che evoca la sensazione di soave freschezza di un cespo di rabarbaro. Originario della Cina, il rabarbaro è una pianta perenne caratterizzata da un inedito dualismo “visivo-olfattivo”: verde, acidulo e croccante nella sua essenza di ortaggio, rosso, soave e vellutato quanto viene trasformato o cotto.

Una matrice olfattiva audace per questa fragranza che si apre con note pungenti e leggermente amare di pompelmo e rabarbaro, si sublima in sentori floreali di ciclamino, gelsomino, bacche rosse e ginepro, e si fa sensuale e delicato sul finale sino a trasmettere un sentore di raffinato muschio bianco.

Originale come profumazione per ambienti, caratterizzata da una particolare vivacità olfattiva che la rende particolarmente versatile e “unisex”.

Rhubarbe Royale la fragranza di Locherber® Milano ispirata all’Oriente.

Piramide Olfattiva

Piramide Olfattiva


Note di Testa: Pompelmo, Rabarbaro

Note di Cuore:Gelsomino, Bacche rosse, Ciclamino, Ginepro

Note di Fondo: Legno di cedro, Muschio Bianco

Consigli Utili

Consigli Utili

Le candele profumate conferiscono alle stanze un piacevole e delicato profumo, sono elementi di interior décor di grande tendenza e accessori per la casa che donano originalità e eleganza.
Seguite i nostri consigli per avere un utilizzo ottimale.

1. Spegnimento
Verrebbe naturale soffiare sulla candela per spegnerla. Questa azione, invece, è da sempre erroneamente praticata innanzitutto perché, in generale, l’aria alimenta il fuoco mentre ciò che lo spegne è proprio la mancanza di quest’ultima; inoltre perché soffiare sulla fiamma crea del fumo che elimina tutto il profumo acquisito nella stanza.
La giusta pratica è utilizzare uno strumento idoneo, o in alternativa uno stuzzicadenti (meglio se inumidito) e con cautela abbassare lo stoppino fino a farlo spegnere inzuppandolo brevemente nella cera.
2. Fragranza
Per mantenere viva e intatta la fragranza ad ogni accensione, è importante tenere la candela accesa per almeno 2 ore ogni volta. In questo modo il processo di combustione sarà completo e omogeneo; 2 ore inoltre è il tempo ideale per far permettere alla candela di iniziare a sprigionare il suo profumo e irradiarlo nell’ambiente.
3. Forma
Non è difficile che nella candele in vaso si creino disomogeneità nella forma della superficie; la candela si scioglie in profondità ma non in larghezza e questo implica un grande spreco del prodotto. Per evitare questo effetto sarà sufficiente assicurarsi che ogni volta che la candela viene accesa, bruci almeno fino al punto di sciogliere e rendere liquido tutto il primo strato di cera. Quando si spegnerà e raffredderà tornerà perfettamente livellata.
4. Consumo
Il consumo della candela diventa molto importante quando essa arriva alla fine. Generalmente il contenitore della candela stessa è un elemento molto importante e piacevole alla vista, perciò vi consigliamo di riutilizzarlo per altri scopi.
5. Per avere sempre stoppini ideali vi consigliamo di utilizzare la nostra Forbice Taglia Fiamma (acquistabile separatamente) che permette di tagliare gli stoppini fino a 3 mm per garantire una fiamma pulita e uniforme e la massima diffusione della fragranza.